Il mais nazionale ha ripreso ad aumentare a Milano (+3 euro/t): il prodotto “con caratteristiche” quota ora 196,50 euro/t e quello convenzionale 192,50 euro/t. A Bologna è stato rilevato un aumento di 1 euro/t; la quotazione attuale è di 190 euro/t per il prodotto “con caratteristiche” e 187 euro/t per la merce convenzionale.

L’andamento del mais sui mercati a termine internazionali è invece di segno opposto. Il future di luglio del Cbot ha chiuso venerdì a 391,4 cent/bushel (132,20 euro/t), con un ribasso settimanale di 12 cent/bushel rispetto a lunedì scorso. A Parigi il calo è di 5,25 euro/t. con l’ultima quotazione di venerdì che era 164,75 euro/t. I forti rialzi della seconda metà di maggio hanno spinto molti operatori a vendere titoli per prendere profitto.
In aumento il mais sul mercato fisico francese: la quotazione fob Bordeaux di venerdì (nuovo raccolto 2018) era 168 euro/t (+3 euro/t).

Mais per pronta consegna in lieve aumento in Italia e in Francia. I mercati a termine sono invece in ribasso.